Tutte le configurazioni dell'iMac 27 pollici 2020

In una data un po' strana, nel mese di agosto, Apple ha sorpreso con il rinnovamento del suo iMac da 27 pollici aggiornato con componenti del 2020. Una squadra che all'inizio tende a sembrare più o meno la stessa per via del suo design, ma internamente va molto ben dotato nelle specifiche, tanto da poter competere faccia a faccia con il modello iMac Pro lanciato dall'azienda nel 2017. Di seguito analizziamo gli aspetti più interessanti di questo potente computer apple.

Design vintage dal sapore 2010

Oggi possiamo già trovare modelli di iMac più attuali, ma questo era il ultimo iMac con un design classico . Il design alla fine è una questione tremendamente personale, poiché ci saranno opinioni per tutti i gusti, da chi ama questo tipo di design a chi lo odia, ma a livello oggettivo è una realtà dire che questo iMac non fare la differenza rispetto ai loro predecessori.



Il suo fattore di forma non è cambiato affatto

Sono passati troppi anni da quando Apple non ha rinnovato il design dei suoi iMac. In effetti, è già diventata un'estetica iconica e tremendamente riconoscibile. Sebbene i gusti siano qualcosa di molto personale come dicevamo prima, la verità è che non si può dire che questo design sia fuori linea con l'azienda ed è stravagante. In effetti, potremmo dire che all'epoca era in anticipo sui tempi, introducendo un design futuristico e minimalista, molto in linea con il timbro che tanto ha caratterizzato l'azienda californiana da quando Steve Jobs ha ripreso le redini alla fine di gli anni 90.



imac 27



Il classico materiale in alluminio colore argento e i bordi neri continuano a caratterizzare questo iMac da 27 pollici come lo fanno da più di un decennio, con uno schermo piatto e una certa curvatura sul retro che indica che tutti i componenti che si trovano negli altri sono all'interno. i computer sono archiviati nella torre. Tornando ai frame, c'è da dire che non è qualcosa di drammatico e che quando ci si abitua al computer si finisce per dimenticare di dare risalto allo schermo 5K. Tuttavia, con la tecnologia avanzata come lo è oggi, è strano che non siano stati sminuiti e addirittura eliminati come nel caso di display come l'XDR che Apple consiglia per apparecchiature professionali.

Il motivo per non modificare il design Potrebbe essere collegato ai Mac con Apple Silicon, i processori con architettura ARM che l'azienda di Cupertino stava già progettando in quel momento per i suoi computer. Già oggi possiamo confermare che la strategia di transizione per questo componente prevedeva una modifica del design esterno anche nella gamma iMac in modo che un iMac completamente nuovo possa essere visto sotto ogni aspetto dal pubblico.

Uno schermo quasi perfetto

Il pannello principale (e unico) di questo computer è costituito da un display Retina con Risoluzione 5K e una diagonale che raggiunge il 27 pollici . La sua risoluzione specifica è 5.120 x 2.880 e supporta un miliardo di colori. La sua luminosità è 500 nit , con un'ampia gamma di colori P3, tecnologia True Tone e persino la possibilità di configurarlo con vetro nano-texturizzato come nell'XDR Display.



Nuovo iMac 2020

Quelle sono le specifiche tecniche, ma cosa succede al momento della verità? Beh, niente di male davvero. Lo schermo sembra davvero buono in qualsiasi tipo di situazione di luce ambientale , distinguendosi positivamente nella riproduzione di contenuti multimediali o nell'editing più dettagliato di immagini in cui le tavolozze dei colori sono protagoniste. È davvero difficile per qualcuno essere scontento dello schermo se dimentichiamo i suddetti frame che lo circondano.

Il lavoro che abbiamo trovato e che potrebbe essere l'unico è il materiale con cui è costruito. Non è che questo sia un male, per niente e infatti offre grandi prestazioni come abbiamo già accennato. Tuttavia, potrebbero mancare tecnologie più attuali come gli OLED che troviamo già in molti monitor, televisori e persino computer della concorrenza. Tuttavia, questo potrebbe anche rispondere alla stessa strategia per cui non si è deciso di cambiare completamente il design.

Si precisa che in termini di grafica troviamo opzioni molto potenti:

  • Radeon Pro 5300 con 4 GB di memoria GDDR6.
  • Radeon Pro 5500 XT con 8 GB di memoria GDDR6.
  • Radeon Pro 5700 con 8 GB di memoria GDDR6.
  • Radeon Pro 5700 XT con 16 GB di memoria GDDR6.

Notevoli modifiche a livello hardware

Sebbene internamente questo iMac abbia continuato a incorporare processori Intel, la verità è che questi sono stati aggiornati alla generazione corrispondente e sono state aggiunte altre modifiche a componenti estremamente interessanti da evidenziare, cosa che faremo nelle sezioni seguenti.

Processori Intel di decima generazione

Intel Core i9 di decima generazione

Questo è forse l'ultimo iMac nella storia a disporre di processori sviluppati da Intel, quindi Apple ha voluto assicurarsi che questi fossero i più attuali e che generassero le migliori prestazioni possibili per la macchina. A seconda della configurazione scelta, possiamo trovare i seguenti chip:

  • Processore Intel Core i5 di decima generazione con sei core a 3,1 GHz e fino a 4,5 GHz con Turbo Boost.
  • Processore Intel Core i5 di decima generazione con sei core a 3,3 GHz e fino a 4,8 GHz con Turbo Boost.
  • Processore Intel Core i7 di decima generazione con otto core a 3,8 GHz e fino a 5 GHz con Turbo Boost.
  • Processore Intel Core i9 di decima generazione con dieci core a 3,6 GHz e fino a 5 GHz con Turbo Boost.

C'è poca colpa in questa sezione, dal momento che dal processore più semplice a quello più avanzato, è possibile ottenere prestazioni più che sufficienti per eseguire qualsiasi processo senza alcun problema. Inoltre, questo garantirà maggiore durata del software , poiché si prevede che questo team sarà in grado di aggiornare la sua versione di macOS per molti anni. Ci sono stati Mac con un massimo di 8 anni di aggiornamenti, quindi questo non sarà un problema nemmeno su questo computer.

Addio a Fusion Drive nella memoria interna

Fusion Drive era un'opzione molto valida qualche anno fa, essendo un mix tra lo storage classico con HDD e il nuovo e veloce SSD. Tuttavia, era già stata una funzione un po' obsoleta negli ultimi tempi, facendo persino rallentare un nuovo Mac a punti inconcepibili considerando il prezzo elevato pagato per questo. Come dicevamo, ai suoi tempi era un'opzione estremamente interessante quella di non rinunciare alla memoria flash mantenendo il prezzo, quindi eliminare questa funzione nel 2020 è stata un po' tardiva, ma apprezzata.

Unità SSD Fusion

In questo iMac da 27 pollici, senza questo Fusion Drive integrato, possiamo trovare capacità SSD in 256 GB, 512 GB, 1 TB, 2 TB, 4 TB e 8 TB . Tutti sono ultraveloci e abbracciano un pubblico di nicchia considerevole, anche se la capacità di base sembra molto bassa. È innegabile che ci sarà chi se la caverà, fondamentalmente con il collegamento di unità esterne e cloud storage, ma la verità è che con il prezzo di partenza di questa attrezzatura e l'attenzione al pubblico professionale, è almeno strano che non sono stati aggiunti già 512 GB a partire.

Memoria RAM e i nostri consigli

Questo iMac ha le seguenti opzioni in termini di memoria RAM, anche se nelle righe seguenti ti avviseremo di qualcosa relativo a questo componente.

  • 8 GB di memoria DDR4 a 2.666 MHz.
  • 16 GB di memoria DDR4 a 2.666 MHz.
  • 32 GB di memoria DDR4 a 2.666 MHz.
  • 64 GB di memoria DDR4 a 2.666 MHz.
  • 128 GB di memoria DDR4 a 2.666 MHz.

E qual è la nostra raccomandazione? Che chi sta per acquistare questa attrezzatura opti per la memoria più elementare ed economica, quella da 8 GB. Questo perché nei servizi tecnici Apple autorizzati è più economico cambiare questa capacità in un secondo momento con una più grande rispetto a quando la optiamo come standard durante il processo di acquisto. Quello o cambialo da solo acquistando più memoria in un negozio, poiché il modo per cambiare questo componente è facile in quanto non è sigillato alla piastra come accade nei modelli da 21,5 pollici, quindi il processo non richiederà troppo tempo neanche. .

Altri componenti e accessori inclusi

Al di là di quanto detto in precedenza, questo iMac monta una serie di configurazioni in altre sezioni che riteniamo interessante evidenziare. Poiché è anche essenziale sapere quali accessori puoi trovare quando apri la scatola.

Audio

  • Altoparlanti stereo.
  • Tre microfoni di qualità da studio, ad alto rapporto segnale/rumore con tecnologia beamforming direzionale.
  • Jack da 3,5 mm per l'audio.
  • Ehi, supporto per i comandi vocali Siri.

Telecamera

  • Fotocamera FaceTime 1080p.

connettori

  • Slot per schede SDXC (UHS-II).
  • 4 porte USB-A.
  • 2 porte Thunderbolt 3 (USB-C) con supporto per DisplayPort, Thunderbolt fino a 40 Gb/s, USB 3.1 Gen 2 fino a 10 Gb/s e Thunderbolt 2, HDMI, DVI e VGA (con adattatori).
  • Slot di sicurezza Kensington.
  • connettore Ethernet configurabile
    • Gigabit Ethernet.
    • Ethernet da 10 GB.

Accessori inclusi

  • Periferiche idonee:
    • Tastiera magica.
    • Tastiera numerica magica.
    • Mouse magico 2.
    • Magic Trackpad 2.
    • Cavo di collegamento all'alimentazione.

Software

  • macOS 10.15 Catalina
  • Software idoneo:
    • Final Cut Pro X.
    • Logica Pro X.
  • App preinstallate:
    • App Store.
    • Mela Musica.
    • Podcast di Apple.
    • Apple TV.
    • Borsa.
    • Cercare.
    • Calendario.
    • Casa.
    • Contatti.
    • FaceTime.
    • Garage Band.
    • iMovie.
    • Nota chiave.
    • Libri.
    • Posta.
    • Mappe.
    • Messaggi.
    • Gradi.
    • Note vocali.
    • Numeri.
    • Pagine.
    • Cabina fotografica.
    • Giocatore QuickTime.
    • Promemoria.
    • Safari.
    • Siri.
    • Macchina del tempo.
    • Anteprima.

caratteristiche di accessibilità

  • Controllo vocale.
  • Voce fuoricampo.
  • Ingrandisci.
  • Aumenta il contrasto.
  • Riduci il movimento.
  • Siri e dettatura.
  • Controllo del pulsante.
  • Sottotitoli opzionali.
  • Sintesi vocale.

connettività

  • Bluetooth 5.0.
  • Wi-Fi con standard 802.11ac compatibile con gli standard IEEE 802.11a/b/g/n.

Requisiti per il suo funzionamento

  • Voltaggio da 100 a 240 V AC.
  • Frequenza da 50 a 60 Hz monofase.
  • Temperatura ambiente consigliata: da 10 a 35ºC.
  • Altitudine massima consigliata: 5.000 m slm.

Prezzo alto, ma giusto?

I prezzi ufficiali offerti da Apple per questo iMac 27 pollici 2020 partono da € 2.099 nella sua versione più semplice e raggiunge 11.437,88 € se aggiungi i componenti di fascia più alta e aggiungi software idoneo. Questo prezzo varia a seconda della configurazione, quindi troviamo i seguenti prezzi per ogni sezione.

Da 2.099 euro

    Processore
    • Intel Core i5 di decima generazione a 6 core a 3,1 GHz (fino a 4,5 GHz con Turbo Boost).
    Schermo
    • Vetro standard.
    • Vetro nanostrutturato: 625 euro aggiunti.
    Memoria interna
    • 256 GB di memoria SSD.
    RAM
    • 8 GB di DDR4 a 2.666 MHz.
    • 16 GB di DDR4 a 2666 MHz: 250 euro aggiunti.
    • 32 GB di DDR4 a 2.666 MHz: 750 euro aggiunti.
    • 64 GB di DDR4 a 2666 MHz: 1.250 euro aggiunti.
    • 128 GB di DDR4 a 2,66 MHz: 3.250 euro aggiunti.
    Grafica:
    • Radeon Pro 5500 XT con 8 GB di memoria GDDR6
    Connessione ethernet
    • Gigabit Ethernet.
    • 10Gb Ethernet: 125 euro aggiunti.
    Tastiere
    • Tastiera magica 2.
    Mouse e trackpad
    • Mouse magico 2.
    • Magic Trackpad 2: 64 euro aggiunti.
    • Magic Mouse 2 e Magic Trackpad 2: 149 euro aggiunti.
    Software
    • Final Cut Pro X: 329 euro aggiunti.
    • Logica Pro X: 229 euro aggiunti.

Da 2.299 euro

    Processore
    • Intel Core i5 di decima generazione a 6 core a 3,3 GHz (fino a 4,8 GHz con Turbo Boost).
    • Intel Core i9 di decima generazione a 10 core a 3,6 GHz (fino a 5 GHz con Turbo Boost): 625 euro aggiunti.
    Schermo
    • Vetro standard.
    • Vetro nanostrutturato: 625 euro aggiunti.
    Memoria interna
    • 512 GB di memoria SSD.
    • 1 TB di memoria SSD: 250 euro aggiunti.
    • 2 TB di memoria SSD: 750 euro aggiunti.
    RAM
    • 8 GB di DDR4 a 2.666 MHz.
    • 16 GB di DDR4 a 2666 MHz: 250 euro aggiunti.
    • 32 GB di DDR4 a 2.666 MHz: 750 euro aggiunti.
    • 64 GB di DDR4 a 2666 MHz: 1.250 euro aggiunti.
    • 128 GB di DDR4 a 2,66 MHz: 3.250 euro aggiunti.
    Grafica:
    • Radeon Pro 5300 XT con 4 GB di memoria GDDR6
    Connessione ethernet
    • Gigabit Ethernet.
    • 10Gb Ethernet: 125 euro aggiunti.
    Tastiere
    • Tastiera magica 2.
    Mouse e trackpad
    • Mouse magico 2.
    • Magic Trackpad 2: 64 euro aggiunti.
    • Magic Mouse 2 e Magic Trackpad 2: 149 euro aggiunti.
    Software
    • Final Cut Pro X: 329 euro aggiunti.
    • Logica Pro X: 229 euro aggiunti.

Da 2.599 euro

    Processore
    • Intel Core i7 di decima generazione a 8 core a 3,8 GHz (fino a 5 GHz con Turbo Boost).
    • Intel Core i9 di decima generazione a 10 core a 3,6 GHz (fino a 5 GHz con Turbo Boost): 505 euro aggiunti.
    Schermo
    • Vetro standard.
    • Vetro nanostrutturato: 625 euro aggiunti.
    Memoria interna
    • 512 GB di memoria SSD.
    • 1 TB di memoria SSD: 250 euro aggiunti.
    • 2 TB di memoria SSD: 750 euro aggiunti.
    • 4 TB di memoria SSD: 1.500 euro aggiunti.
    • 8 TB di memoria SSD: 3.000 euro aggiunti.
    RAM
    • 8 GB di DDR4 a 2.666 MHz.
    • 16 GB di DDR4 a 2666 MHz: 250 euro aggiunti.
    • 32 GB di DDR4 a 2.666 MHz: 750 euro aggiunti.
    • 64 GB di DDR4 a 2666 MHz: 1.250 euro aggiunti.
    • 128 GB di DDR4 a 2,66 MHz: 3.250 euro aggiunti.
    Grafica:
    • Radeon Pro 5500 XT con 8 GB di memoria GDDR6
    • Radeon Pro 5700 XT con 8 GB di memoria GDDR6: 375 euro aggiunti.
    • Radeon Pro 5700 XT con 16 GB di memoria GDDR6: 625 euro aggiunti.
    Connessione ethernet
    • Gigabit Ethernet.
    • 10Gb Ethernet: 125 euro aggiunti.
    Tastiere
    • Tastiera magica 2.
    Mouse e trackpad
    • Mouse magico 2.
    • Magic Trackpad 2: 64 euro aggiunti.
    • Magic Mouse 2 e Magic Trackpad 2: 149 euro aggiunti.
    Software
    • Final Cut Pro X: 329 euro aggiunti.
    • Logica Pro X: 229 euro aggiunti.

Questo aspetto è forse il più controverso, ma anche il più soggettivo a seconda delle caratteristiche che ogni utente cerca e di quanto è disposto a pagare. In termini generali, c'è da dire che è ancora nella media dei prezzi fissati per le generazioni precedenti di questo iMac, quindi in questo senso non possiamo evidenziare un calo di prezzo ma non possiamo nemmeno lamentarci che sia aumentato. In ogni caso va tenuto conto che si tratta di prezzi elevati, anche se il pubblico a cui è rivolto potrebbe considerarlo giusto trattandosi di solito di professionisti.

È consigliabile acquistarlo?

In questo articolo abbiamo mostrato le sezioni che consideriamo fondamentali per sapere cosa può offrire un computer di questo tipo. Se stai ancora esitando, dobbiamo dirti che questo è un iMac si è concentrato su un pubblico molto esigente. Forse la maggior parte dei professionisti del settore audiovisivo o sonoro ha bisogno di un Mac Pro in alternativa, ma per il resto questa attrezzatura sarebbe più che sufficiente. Ora, con l'arrivo di Apple Silicon, il panorama è sicuramente cambiato. È vero che i chip M1 hanno più che dimostrato il loro valore pur essendo, a priori, la versione più basilare dei chip che monteranno i computer dell'azienda, ma oggi è possibile avere prestazioni decisamente superiori con questo Mac.

Sebbene al momento in cui scriviamo il futuro grande iMac con Apple Silicon sia solo una voce, è chiaro che Apple lo rilascerà a un certo punto. Tuttavia, quello è il futuro e se oggi hai bisogno di un computer di questo tipo, questo modello non ti deluderà e ti darà prestazioni eccellenti . E non solo ora, ma anche nei prossimi anni, visto che si tratta di un dispositivo pensato per continuare a essere utilizzato molto più a lungo e anche quando diventerà obsoleto a causa del software (anche se si aggiornerà per almeno altri 4-5 anni) .